SOSTIENICI

Published on

Premessa
La Fondazione intende vivere di Provvidenza, di carità, di generosità della gente e di giustizia
Non abbiamo né sponsor né finanziamenti da nessuno salvo il 5 per mille.
Indichiamo, di seguito, diverse modalità  per sostenere la Fondazione Gedama e i suoi progetti.
Di cuore 
ringraziamo le persone che ci hanno aiutato e che ci aiuteranno.

PUOI SOSTENERE LA FONDAZIONE ATTRAVERSO:

 

- EROGAZIONE LIBERALE

Indicanti eventualmente la proposta che si vuol sostenere.
Sono da versare su UBI Banca, Agenzia di Ponte S. Pietro, intestato alla Fondazione Gedama onlus
IBAN : IT35 X 03111 53370 0000 0000 3000
Codice Swift /BIC : BLOPIT22

Le erogazioni liberali fatte alla Fondazione Gedama onlus sono deducibili nella dichiarazione dei redditi

 

- 5 PER MILLE

Nella dichiarazione dei redditi (modello 730, modello UNICO) firma per devolvere senza alcun esborso il 5x1000 dell’imposta del reddito a sostegno della Fondazione Gedama onlus
- Per liberare le vittime di tratta e le donne costrette alla prostituzione
- Per aiutare i poveri di nuove forme di povertà, specialmente donne alle quali sono negate dignità e diritti, vittime di violenze …

Basta la tua firma e indicare il Codice Fiscale della Fondazione Gedama onlus
940 195 60 161

Ti ricordiamo che :
- devolvere il 5x1000 non comporta un aumento delle tasse
- scegliere il 5x1000 non esclude l'8x1000 ad es. per la Chiesa Cattolica.

 

- UNA CORDATA DI CARITÀ

Cortesemente, e senza alcuna pretesa, ti proponiamo di aderire con
€ 5,00 …o € 10,00 … o la cifra che vuoi e puoi
io …tu … lei … noi … e, in tanti, formare una cordata di carità !
Costantemente ogni mese … almeno per un anno, a sostegno delle attività e dei progetti della Fondazione Gedama onlus.

Ti ringraziamo.
Ti ringraziano silenziosamente le persone destinatarie della tua carità.

 

- UNA DONAZIONE

La Fondazione può ricevere anche donazioni di mobili o di immobili fatte liberamente dalla gente.

UNITÀ DI STRADA / E   “LIBERA”

Dal 1998 l’Unità di Strada “Libera”, composta da volontari, esce sulle strade per incontrare tante persone, instaurare una relazione di aiuto e di liberazione
A volte superiamo anche i 100 Km per uscita.
Durante le uscite distribuiamo anche un segno di confort (thè caldo, una briosc…) dei volantini con informazioni importanti, dei segni religiosi, altro materiale, a volte generi alimentari, medicinali …

Erogazione liberale a sostegno di un’uscita in strada € 50,00

 

AUTO IN DONAZIONE

Per percorrere le strade della bergamasca e anche oltre, e per raggiungere le persone costrette alla prostituzione
stiamo cercando, in donazione, un’auto.
Possibilmente auto usata ma affidabile.
Siamo disponibili a pagare il passaggio di proprietà.

 

CASA FAMIGLIA "GE"

Le persone che accogliamo spesso arrivano così, con poco o nulla, né soldi né vestiti né altro. Dobbiamo provvedere a tutto e chi ha famiglia ne sa qualcosa. 
Nessuna persona accolta paga e nessuno ci paga le rette per la loro accoglienza, salvo rarissime situazione in cui è dovuto per Legge o per accordi particolari.
Nelle varie strutture di accoglienza le rette sono molto varie. La nostra retta, quando un Ente che ci propone l’accoglienza di una persona, è di € 50,00 al giorno.
Di solito invece accogliamo gratis le persone.
Possiamo ospitare da 4 a 10 persone. Spesso vi sono bambini, spesso neonati.
Le persone rimangono da noi più di 1 anno, se tutto procede bene ma i tempi pare si stiano allungando a causa di tanti fattori.
Erogazione liberale a sostegno dell’accoglienza di una persona € 50,00 al giorno; € 1.500,00 al mese

 

CORSO D'ITALIANO

E’ una proposta

che stiamo facendo da tempo alle ragazze che incontriamo in strada, costrette a prostituirsi
Imparare la lingua italiana è importantissimo per loro: per poter comunicare e potersi integrare.
Le indirizziamo alla 
Scuola d’Italiano della Cooperativa Ruah a Bergamo o al Centro EDA.
Accompagniamo le ragazze alla Scuola per l’iscrizione.
Erogazione liberale a sostegno dell’iscrizione alla scuola di una persona € 70,00

 

BORSA LAVORO

La risalita da una situazione di povertà e marginalità è spesso lunga e difficile. Prevede piccoli passi ma anche passaggi decisivi.
Dopo aver trovato un primo aiuto ed accoglienza, un passaggio decisivo, per uscire dalla marginalità e dalla povertà, è l’approdo o la ripresa di un’attività lavorativa che dia dignità sociale e sostentamento alla vita personale.

Per sostenere: 1 mese di Borsa Lavoro € 500,00; 3 mesi di Borsa Lavoro € 1.500,00

 

SEGNALACI OPPORTUNITÀ DI TIROCINIO O DI LAVORO

Le persone accolte, vengono accompagnate per un tratto della loro vita, ma risolti i problemi del momento, la persona và avviata a una vita normale. 
Questo passaggio comporta l’individuazione di un lavoro che permetta, da un lato di sostentarsi con il proprio impegno e dall’altro, poter richiedere il rinnovo del Permesso di Soggiorno, condizione indispensabile per uno straniero per poter rimanere in Italia in modo regolare.

La Fondazione chiede di poter avere segnalazioni di possibili opportunità lavorative per queste ragazze, donne, mamme con bambino ed altre persone seguite.

 

SEGNALACI OPPORTUNITÀ ABITATIVE

Tutti sappiamo dell’importanza della casa, quale luogo dell’abitare, dell’avere uno spazio di vita in cui vivere, essere al riparo, poter riposare, quale luogo delle relazioni, degli affetti …
Anche queste ragazze e donne, come altri poveri, cercano casa dopo aver vissuto la strada,  o in situazioni disparate di fortuna. 
A volte possono essere state vittime di un ulteriore sfruttamento per l’affitto pagato a caro prezzo di un posto letto, l’uso della cucina, del bagno e il pagamento delle bollette..
Il mercato della casa e degli affitti, sappiamo tutti che com’è.
Per queste persone comperare casa è un sogno e forse resterà così; trovare casa è altresì difficile e oneroso.

La Fondazione invita a segnalare soluzioni abitative a prezzi accessibili, ove una ragazza … , conclusa l’accoglienza e in vista dell’autonomia ed integrazione, possa andar a vivere e da lì proiettarsi nella vita, nel lavoro, nelle relazioni sociali ordinarie.